Itinerario storia e miti

ERICE
Vivere Erice è come rivivere le storie mitologiche. Conoscerete Ercole, di ritorno coi buoi di Gerione, e visiterete il tempio dedicato alla madre Afrodite. Berrete il latte di Venere che le prostitute sacre offrivano ai naviganti. Passeggerete nei magici Giardini del Balio, accompagnati dalle parole di Goethe, con gli spiriti benigni a far capolino nella nebbia al cospetto del castello. Tra le stradine medioevali, i colori della ceramica, il profumo dei dolci, vi sembrerà di volare sulle trame di preziosi tappeti ericini. Se le origini di Erice si perdono nella nebbia dei tempi, passeggiando tra le stradine acciottolate del borgo medievale sulla cima di monte San Giuliano, quella stessa nebbia lascia scoprire segni, simboli e leggende nate ben prima di punici e romani, che qui eressero un santuario dedicato alla dea della Bellezza e dell’Amore. Visitare Erice significa, infatti, perdersi tra mille scorci di stradine basolate, fortificazioni, antiche chiese e conventi, botteghe artigiane, pinete e giardini, per poi smarrirsi, sul bordo della cittadina, in panorami mozzafiato verso le isole Egadi, lo Stagnone, le Saline e i campi coltivati. Al Castello di Venere, parteciperete alla lettura di racconti di viaggiatori come Houel, Byron e Goethe, sui luoghi dove si dice abbia fatto approdo Ercole e fondò il santuario di Venere Ericina, dove si praticava la prostituzione sacra. Tra narrazioni e suggestioni sarete immersi in una atmosfera d’altri tempi, dove tradizioni e leggende vengono abbinate alla degustazione di prodotti enogastronomici siciliani.

Note: 39 km da Villa Lumiere, cca 50 minuti in auto

 

MAZARA DEL VALLO
Il vecchio centro storico, un tempo racchiuso dentro le mura normanne, include numerose chiese monumentali, alcune risalenti all’XI secolo. Presenta i tratti tipici dei quartieri a impianto urbanistico islamico tipico delle medine, chiamato Casbah (anche Kasbah), di cui le viuzze strette sono una specie di marchio di fabbrica. Mazara del Vallo è l’esempio più limpido dell’intreccio di civiltà avvenuto in Sicilia tra le popolazioni europee e quelle d’origine islamica e nordafricana. Situata nella parte occidentale dell’isola, Mazara ha mantenuto la sua vocazione marittima derivata sin dall’antichità divenendo nel corso dei secoli uno dei più importanti porti pescherecci del Mar Mediterraneo. In un ambiente fortemente imperniato dalla cultura araba, da cui deriva l’attuale conformazione urbana, spiccano bellissime costruzioni in elegante barocco: passeggiando tra le vie e le piazze di Mazara, si rivive l’armonia vissuta tra le genti d’origine differente che da sempre ha contraddistinto questa città.
In Piazza Plebiscito si trova la Chiesa di Sant’Egidio, famosa per ospitare il Museo del Satiro. Questo espone la famosa statua del Satiro Danzante rinvenuta da alcuni pescatori di Mazara nel 1998: il famoso Satiro, realizzato in bronzo e risalente al IV secolo a.C., è raffigurato durante una danza scabrosa, tipica del culto dionisiaco.

Note: 32 km da Villa Lumiere, cca 40 minuti in auto

Altre combinazioni sono possibili per trascorrere una vacanza su misura. Contattaci  per maggiori info.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.